Consulenza

Programmazione e pianificazione della produzione con FrePPLe 2/5 - Modellazione

Questo articolo fa parte della serie:

Nella modellazione del processo produttivo con software come FrePPLe alcuni termini sono intuitivi (es. articoli, clienti, domanda, ecc.), altri invece rappresentano dei concetti che è bene aver chiari prima di passare alla modellazione della propria azienda.


I concetti chiave sono:

Operazione (Operation)#

L'elemento chiave di modellazione è l'operazione che definisce un'attività.

Ci sono diversi tipi di operazioni:

  • tempo fisso (fixed time): la durata è identica a prescindere dalla quantità in gioco (prodotta, trasportata, lavorata, ecc.). Ad esempio, un'operazione di trasporto avrà un tempo fisso.
  • tempo ogni (time-per): la durata aumenta linearmente con la quantità. Ad esempio, un processo di fabbricazione di tavoli richiederà un tempo di 1 ora per la fabbricazione di ogni tavolo.
  • instradamento (routing): questo tipo di operazione rappresenta una sequenza di sotto-operazioni.
  • alternativo (alternate): modella la scelta tra più opzioni possibili.

Esempio di un'operazione: Operazione "make product X" richiede 10 minuti per ogni unità prodotta.

Punto di stoccaggio (Buffer)#

Gli articoli e i semilavorati vengono stoccati in buffer. Un buffer, chiamato anche SKU (stock keeping unit), è un punto di stoccaggio logico o fisico in cui vengono depositati i prodotti di un'operazione o da cui vengono prelevate le materie prime necessarie ad una attività. Esistono vari tipi di buffer:

  • predefinito (default): un buffer che viene rifornito con una operazione di produzione;
  • approvvigionamento (procure): un buffer che viene rifornito con una operazione di approvvigionamento;
  • fornitura infinita (infinite supply): un buffer privo di un'operazione di rifornimento poiché si assume che ci sarà sempre materiale disponibile;

Esempi:

Il buffer "Part A" modella il punto di stoccaggio per il prodotto "part A" nella locazione "my factory". Il buffer "Part B" modella il punto di stoccaggio per il prodotto "part B" nella locazione "my factory". Il buffer "Bulk product" modella il punto di stoccaggio per il prodotto "bulk product" nella locazione "my factory".

Flusso (Flow)#

Le operazioni producono e consumano i materiali attraverso i flussi. Un flusso definisce un'associazione tra l'operazione e un buffer. In altri termini quindi i flussi rappresentano la distinta base del modello produttivo.

Ci sono 2 tipi di flussi:

  • inizio (start): Flusso di inizio per l'operazione. Questi flussi normalmente consumano materiale e pertanto vengono quantificati con un valore negativo (es. -1 significa il flusso consuma un'unità di materiale).
  • fine (end): Flusso di fine per l'operazione. Questi flussi normalmente producono del materiale e pertanto vengono quantificati con un valore positivo (es. +1 significa che il flusso produce un'unità di materiale).

Esempio:

L'operazione "Make product X" ha 3 flussi. Un primo flusso che consuma 1 unità dal buffer "Part A" all'inizio dell'operazione. Un secondo flusso che consuma 2 unità dal buffer "Part B" all'inizio dell'operazione. Ed infine, un terzo flusso che modella la produzione di 1 unità di "Bluk product" quando l'operazione termina.

Carico di Utilizzo (Load)#

Le operazioni richiedono l'uso di capacità produttive che vengono modellate con i carichi di utilizzo. Le risorse forniscono delle capacità e i carichi di utilizzo definiscono l'associazione tra l'operazione e la risorsa.

Esempio: L'operazione "Make product X" utilizza il 10% (carico) della capacità produttiva della risorsa "Production line".

Piano operativo (Operationplan)#

Un'operazione definisce solo in modo statico l'attività, ma non specifica quando produrre e quanto. Le attività concrete di operazioni invece sono istanziate nel piano operativo.

Esempio: Per soddisfare la domanda dei clienti abbiamo in programma di eseguire l'operazione "Assemble product X" per 12 unità a partire da domani dalle 8 alle 10 del mattino.

Modello di produzione#

Combinando tutti gli oggetti di modellazione sopra descritti possiamo costruire una rete che rappresenta il flusso delle materie e l'utilizzo della capacità produttiva dell'impianto.

L'immagine seguente mostra una semplice rete a 3 livelli.

Disegnare la rete del proprio impianto in modo schematico è molto utile prima di iniziare a inserire i dati in frePPLe. Ogni elemento del disegno sarà inserito in frePPLe come un record del modello di dati di input.

ATTENZIONE: SERVIZIO DI CONSULENZA SOSPESO#

Non offriamo più questo tipo di consulenza.

Questo articolo resta per documentare un'attività che abbiamo svolto in passato, ma che non facciamo più.

Votazione pagina#

[Voti: 22 Media voto: 4.4/5]
Autore: Giovanni Chiodi
Senior software developer con più di 10 anni di esperienza nello sviluppo di soluzioni web based, enterprise, su misura. Dal 2011 socio fondatore di Garda Informatica Snc condivide questa avventura col fratello Lorenzo.

Promemoria sui Cookie e sulla Privacy

Leggi l'informativa